Saviano lo immaginava, quando ha creato l’impero di Gomorra.

Sapeva del grande impatto che avrebbe avuto, perché ciò che ha raccontato, non era altro che la triste realtà, nuda e cruda di un male che si è sviluppato nel corso degli anni.

Il libro racconta l’evoluzione criminale della camorra, attraverso la vita di alcuni personaggi, nei posti dove lui è cresciuto e dove si è radicata.

La Campania, splendida terra, fa infatti da teatro alle vicissitudini affaristiche e criminali del racconto; Napoli e tutte le piccole cittadine, sono la scenografia di una storia triste e fredda.

Gomorra, serie cult in 5 stagioni tratta dal bestseller di Saviano, è semplicemente perfetta.

Il potere, al centro di tutto, che corrode gli animi della gente fino ad arrivare ad una lotta spietata che porterà effetti nefasti su tutti.

shada-san

I personaggi, ben caratterizzati, bucano lo schermo con dialoghi intensi e senza pietà; si percepisce da subito la tensione e come si evolveranno le situazioni, ma lo spettatore resta incollato allo schermo ugualmente, perché vuole credere fino alla fine che qualcosa di buono possa accadere, ci spera fino all’ultimo, rimanendo basito davanti a tanta freddezza: morti ammazzati, esecuzioni e quella dannata scintilla per cui si fa tutto, il potere, appunto.

La serie, recitata magistralmente nel dialetto locale per rendere ancora più realistiche le situazioni e permettere allo spettatore di calarsi completamente nella storia, è stata apprezzata non solo in patria, ma anche oltreoceano.

In Inghilterra conquista la critica che ne tesse le lodi paragonandola a Tarantino e Scorsese, in America scala la classifica del New York Times.

Un successo, insomma quasi annunciato.

Ma ogni cosa ha il suo tempo, la 5 stagione di Gomorra è ormai giunta al termine.

Il successo di Gomorra è anche dovuto alle splendide musiche che fanno da sfondo.

Lo sa bene Gianmarco Cioffi, in arte “Shada San” giovane e talentuoso artista nato a Cervinara (AV), produttore, musicista e discografico italiano.

Appassionato di musica sin da bambino, figlio d’arte, con un amore particolare per la composizione elettronica, la musica di Shada San si fa largo facilmente nel panorama rap italiano e collabora da subito con numerosi artisti italiani.

Shada San: una colonna sonora a sancire il successo di Gomorra

Recitando quei dialoghi con le sue musiche come sfondo, la scena si arricchisce della suspense giusta per tenere incollati tutti allo schermo.

Autore poliedrico, collabora con artisti quali LeleBlade, Vale Lambo e Dome Flame e che porterà alla pubblicazione dell’album “Hood Love”.

Quasi in contemporanea produrrà il singolo “Night by Night” per Vale Lambo.

La collaborazione artistica col duo rap Moderup di cui diventa manager e produttore, comincia nel 2015, insieme otterranno vari riconoscimenti, la critica ne riconosce il talento e la bravura.

shada-san

Roberto Saviano lo sapeva, lo scrittore napoletano acclama e cita la musica di Shada San nelle sue numerose conferenze, sono infatti presenti già nel libro “Bacio feroce”, consacrando questo giovane artista di Cervinara come un esempio per i contenuti dei suoi libri.

I brani “GTA NAPL” e “Venezuela”, le opere più significative dei Moderup, ottengono grande successo, il rap degli angoli delle strade piace e conquista.

È sempre collaborando con il citato duo rap, che il giovane cervinarese legherà il suo nome a quello della serie ultra-premiata Gomorra.

Il brano “Faccio e Spendo” prodotto per i Moderup, è chiaramente un riscatto per quei giovani che vogliono emergere dalla povertà, da condizioni infelici in cui la vita li ha costretti.

Ragazzi delle periferie partenopee, dominate da malavita e delinquenza con la voglia di scrollarsi di dosso etichette sbagliate.

È esempio per le nuove generazioni che vogliono farsi largo con grinta e determinazione raggiungendo il successo nonostante si nasca in piccole realtà.

Determinazione e talento premiati, i giovani venuti dalla strada ce l’hanno fatta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.